FAQ_Registro_Praticanti - Ordine dei Periti Industriali di Frosinone

Vai ai contenuti

FAQ - Frequently Asked Questions
domande poste frequentemente


Iscrizione al registro dei praticanti

1) Cosa è necessario per essere iscritto all’Albo?

Per essere iscritto nell’albo dei periti industriali è necessario:
a) essere cittadino italiano o di uno stato membro della Comunità Europea;
b) godere il pieno esercizio dei diritti civili;
c) essere di ineccepibile condotta morale;
d) avere la residenza anagrafica nella circoscrizione del Collegio
presso il quale l’iscrizione è richiesta;
e) essere in possesso del diploma di perito industriale o della laurea triennale in ingegneria;
f) avere conseguito l’abilitazione professionale.


2) Come si ottiene l’abilitazione professionale?

L’abilitazione all’esercizio della libera professione è subordinata al superamento di un apposito Esame di Stato, dopo un periodo di praticantato da svolgere p/o un professionista o dopo aver prestato attività tecnica subordinata.


3) Quanto dura il praticantato?

Il praticantato ha la durata di diciotto mesi.


4) Cosa è il Registro dei Praticanti e da chi è tenuto?

Il Registro dei Praticanti è un elenco dove vengono iscritti coloro che, muniti del titolo di studio di cui al punto 2, intendono svolgere la pratica professionale. Nello stesso registro saranno iscritti coloro i quali possono dimostrare, con adeguata documentazione, di essere in possesso dei requisiti indicati dalla Legge 17/1990 ed intendono essere ammessi agli esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio della libera professione.
I Registro dei Praticanti è tenuto dal Consiglio Provinciale dei Periti Industriali.


5) Da quale data ha effetto l’iscrizione nel Registro dei Praticanti?

L’iscrizione nel Registro dei Praticanti è deliberata con effetto dalla data della regolare presentazione della domanda p/o la segreteria del Collegio nel caso il praticantato venga svolto p/o un professionista.
Per chi svolge invece attività subordinata, il praticantato ha effetto a far data dalla regolare assunzione da parte della Ditta


6) Presso quale professionista è possibile effettuare la pratica biennale?

La pratica deve essere effettuata presso un perito industriale, ingegnere o altro professionista che eserciti l’attività nel settore della specializzazione relativa al diploma del praticante, iscritti nei rispettivi albi professionale da almeno un quinquennio. Sono considerati altri professionisti in settori affini quelli delle professioni di seguito elencate, purchè esercitanti attività nel settore della specializzazione relativa al diploma del praticante:
a) per la specializzazione Chimica Conciaria: Dottore in Chimica e Biologo;
b) per la specializzazione Chimica Industriale: Dottore in Chimica e Biologo;
c) per la specializzazione Industria Tintoria: Dottore in Chimica;
d) per la specializzazione Edilizia: Architetto e Geometra;
e) per la specializzazione Industria Mineraria: Geologo.

7) Quali sono i documenti da presentare per ottenere l’iscrizione al registro dei praticanti?

Tutti i modelli richiesti per l'iscrizione al registro dei praticanti corredati dell'elenco dei documenti da presentare, sono disponibili nell'area "modulistica praticanti"


la domanda di iscrizione è diversa a seconda se il richiedente:
- svolge attività tecnica subordinata, anche al di fuori di uno studio tecnico professionale;
- svolge periodo di praticantato da svolgere presso un professionista;
- ha conseguito la laurea triennale;
- ha conseguito il diploma universitario triennale.

Il pagamento della tassa di iscrizione al Registro dei Praticanti, pari ad € 125,00 (centoventicinque/oo), può essere effettuato mediante:
- versamento sul c/c postale n. 13903034 intestato al Collegio dei Periti Industriali di Frosinone;
- bonifico bancario sul c/c tratto su Monte dei Paschi di Siena, intestato al Collegio dei Periti Industriali di Frosinone - IBAN  IT 38 X 01030 14800 000001347238,
indicando il proprio nominativo e come causale "iscrizione registro praticanti".


Torna ai contenuti